Stagione 2005
dal 23 al 25 settembre 2005 – ore 21.00

Pene d’amor perdute

di William Shakespeare

Regia di Giles Smith

Produzione:

The Company
Giovani innamorati, scambi d’identità, musica, farse e balli, legati dal tema sempre attuale dello scontro tra seduzione e castità. Tutto questo è al centro di Pene d’amor perdute, di William Shakespeare,  un testo ricco e divertente, che sarà portato in scena al Globe Theatre dal 23 al 25 settembre, da The Company, per la regia del britannico Giles Smith, con le musiche originali di Emiliano Levatesi. Il pubblico del Globe potrà assistere ad un allestimento vibrante, per una regia capace di ...
Giovani innamorati, scambi d’identità, musica, farse e balli, legati dal tema sempre attuale dello scontro tra seduzione e castità. Tutto questo è al centro di Pene d’amor perdute, di William Shakespeare,  un testo ricco e divertente, che sarà portato in scena al Globe Theatre dal 23 al 25 settembre, da The Company, per la regia del britannico Giles Smith, con le musiche originali di Emiliano Levatesi. Il pubblico del Globe potrà assistere ad un allestimento vibrante, per una regia capace di congiungere energia, contemporaneità e tradizione. 
The Company è una giovane compagnia composta da dodici attori professionisti, diplomati all’Accademia D’Arte Drammatica Silvio D’Amico, reduci dal successo riportato nel tour estivo per la direzione artistica di Michele Placido, che si conclude proprio in occasione di questo debutto romano.

Il testo:
Il Re Navarra e i suoi due lord fanno un patto:  giurano di dedicarsi esclusivamente ai loro studi per i successivi tre anni evitando qualsiasi contatto con le donne. Hanno però dimenticato che sta arrivando un’ambasciata composta dalla principessa di Francia e le sue due dame, inviata dal re gravemente malato. Come prevedibile i tre uomini si innamorano ben presto delle tre donne e gli danno la caccia rompendo i loro voti, con risvolti assai comici.
E’ un’opera molto divertente, ricca di sorprese, che comprende musica e balli e coinvolge ed interagisce con il pubblico, ideale per una serata estiva. Sin dal 1598, anno in cui è stata scritta, in Gran Bretagna, ha sempre avuto molto successo, essa risale allo stesso periodo in cui è stato scritto il Riccardo II e Romeo e Giulietta. Quest’opera affronta con modernità il tema dell’ uguaglianza dell’ amore. Per questo motivo è adatta ad un pubblico contemporaneo.
Questo spettacolo, rappresenta un’ opportunità di vedere Shakespeare diretto da un regista britannico, con attori italiani.

ll regista:
Giles Smith, ha lavorato per il Royal National Theatre, Londra, Cheek By Jowl Theatre Company, The Haymarket theatre Londra, The Lyric Theatre Shaftesbury Avenue e altri teatri Inglesi.  Ha insegnato e diretto spettacoli nelle principali scuole di teatro Inglesi tra cui la Guildhall School of Music and Drama e The Mountview Conservatoire, Londra.  In Italia ha tenuto seminari a Roma, Bologna, Ancona e per Prima del Teatro (San Miniato) ha realizzato un progetto annuale organizzato dal Teatro di Pisa in collaborazione con le scuole e le accademie: Gittes, Mosca, Guildhall School, The Institute of Art Barcelona è The Ensatt, Lyon.

The Company è composta da:

Riccardo Ballerini, diplomato presso l’ Accademia Nazionale D’Arte Drammatica Silvio D’Amico.  Ha Lavorato in teatro per diverse produzioni: “Girotondo Night Club”da A. Schnitzler, regia di A. Santoro. Las Baccantes” La Fura dels Baus”, “Naumon” La Fura Dels Baus, regia C. Patrassa.  “L’Homme qui…” di P. Brook, regia di R. Brunel.  “Scenari italiani del novecento” regia di L. Salveti. “A Solo” Te lo faccio vedere chi sono io, di P. Ciampi, regia di    L.Salveti. “Buffoni!”  Teatro studio E. Duse, regia di L. Salveti.

Azzurra Fiume Garelli, diplomata presso l’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica Silvio D’Amico. Frequenta un Workshop su Shakespeare presso la Royal Accademy of Drammatic Art a Londra. Ha lavorato in teatro per  “Buffoni”,” A Solo”,  regia di L. Salveti“ Matria”-La Fura dels Baus – Naumon.  Venezia. « L’Homme qui » di P. Brook, regia di R. Brunel. “Nerudiana”da P. Neruda per Il festival di teatro di Arezzo. “Noise” di A.Jones, diretto da P. Bontempo al teatro Belli. “ L’Istruttoria” di P. Weiss diretto da G. Passalacqua, Teatro E. Duse. Per il cinema realizza “Io e il Re” di Lucio Gaudino con la produzione di Antonio e Pupi Avati. Ruolo protagonista : Matilde. Partecipato al Festival di Venezia.

Marica Gungui, diplomata presso l’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica Silvio D’Amico. Partecipa ad un laboratorio di drammaturgia attoriale diretto da Josè Sinisterra, inoltre frequenta  un seminario diretto da N. Karpov “Don Giovanni o l’amore” da Max Frish. Al teatro di Pisa un seminario diretto da R. Mirecka.
Lavora in produzioni quali: “Il candidato”di H. Pinter, per “Parabita in arte” direzione artistica Michele Placido. “Scenari del novecento” regia L. Salveti  teatro Quirino. “ A solo 2004” regia L. Salveti, teatro studio E. Duse “Buffoni” frammenti di Commedia dell’ Arte. Regia di L. Salveti e M. Monetta. “L’Istruttoria”di P. Weiss, regia di P. Passalacqua e G. Spaziani. “L’Orlando Furioso” di E. Sanguineti a cura di M. Foschi.

Andrea Ricciardi, diplomato presso L’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica Silvio D’Amico,  Lavora in teatro per :   “Il candidato”di H. Pinter, per “Parabita in arte” direzione artistica Michele Placido. “ A solo 2004” regia L. Salveti, teatro studio E. Duse . “ L’Istruttoria” di P. Weiss diretto da G. Passalacqua, Teatro E. Duse. “Buffoni” frammenti di Commedia dell’ Arte. Regia di L. Salveti e M. Monetta. “Masken und Tanze” regia R. Krickel.( Colonia –Germania). Per il cinema realizza: “Romanzo Criminale” regia M. Placido, prod. Cattleya. “Ovunque sei” regia M. Placido, prod. Cattleya.

Roberta Santucci, diplomata presso L’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica Silvio D’Amico, Ha lavorato in teatro per: “Buffoni” frammenti di Commedia dell’ Arte. Regia di L. Salveti e M. Monetta. “ A solo 2004” regia L. Salveti, teatro studio E. Duse. “Scenari del novecento” regia L. Salveti  teatro Quirino. “Cannibali” elaborazione drammaturgia e regia di S. Araclio. “Shakespeare & C.” regia S. Araclio. ”Operetta Italiana” regia di M. Missiroli.

Arpad Andreas Vincenti, diplomato presso la scuola “Professione Cinema”. Frequenta uno stage con Lello Arena  sulla tecnica recitativa del “Full acting”, partecipa ad un seminario semestrale sulla Commedia dell’ Arte diretto da Rosa Masciopinto. Lavora al Toronto Film festival con la Italian film Comission. Realizza in qualità di autore ed interprete il cortometraggio “D” premiato dal pubblico al festival di Ferentino. Collabora con la produzione “21 lab” per la serie televisiva “Italiani nello Spazio” in onda su Fox Channel

Leggi tutto

Cast artistico

Il Re:
Mauro Santopietro
Dumaine:
Luca Bondioli
Berowne:
Riccardo Ballerini
Riccardo Ballerini:
Arpad Andreas Vincenti
Don Adriano:
Andrea Ricciardi
Bruscolino:
Marica Gungui
Jaquenetta:
Margherita Massicci
Boyet:
Gianni Masella
La Principessa:
Azzurra Fiume Garelli
Maria:
Roberta Santucci
Carcadè:
Riccardo Ricci

Cast tecnico

Regia:
Giles Smith
Aiuto regia:
Andrea Ricciardi
Musiche:
Emiliano Levantesi
Costumi:
Mariella Lofaro
Disegno luci:
Holly Anderson
pene-d-amor-perdute-4__w960