Stagione 2006
dal 22 al 27 agosto 2006 ore 21.00

Riccardo III

di William Shakespeare

Regia di Filippo Dini

Produzione:

Gloriababbi Teatro e Fattore K
La scelta di raccontare in teatro la storia di Riccardo III significa portare in scena la Storia e il Potere ed il loro svolgersi attraverso le epoche, nella riproposizione continua delle medesime dinamiche. Nei cinque atti della tragedia, scritta da Shakespeare alla fine del 1500, si assiste all’ascesa di un uomo che, passando sopra i cadaveri di tutti coloro che lo separano dalla corona, diventa re d’Inghilterra e muore poco tempo dopo in battaglia. 
Questa è la lezione violentemente moderna...
La scelta di raccontare in teatro la storia di Riccardo III significa portare in scena la Storia e il Potere ed il loro svolgersi attraverso le epoche, nella riproposizione continua delle medesime dinamiche. Nei cinque atti della tragedia, scritta da Shakespeare alla fine del 1500, si assiste all’ascesa di un uomo che, passando sopra i cadaveri di tutti coloro che lo separano dalla corona, diventa re d’Inghilterra e muore poco tempo dopo in battaglia. 
Questa è la lezione violentemente moderna di Riccardo. La sua sanguinosissima missione  è una piccola parte dell’ingranaggio gigantesco della Storia che si esplica attraverso un geniale prodotto della bestialità umana: il Potere. Seguendo questi due parametri, ogni personaggio diventa metafora di popoli e nazioni, un uomo si trasforma in un esercito, mentre in ogni tradimento di Riccardo, in ogni sua temporanea conquista, si riscoprono le guerre, le persecuzioni, gli abomini del passato e del presente. 
E poi c’è Riccardo, l’uomo, uno straordinario miscuglio di crudeltà, amoralità, egocentrismo sfrenato e, allo stesso tempo, purezza e straordinaria ironia.
E’ lui ad imporre agli altri personaggi non soltanto la trama da seguire, ma anche lo stile con cui si dovrà condurre. 
Riccardo opera un orribile, ma necessario percorso di redenzione: ogni crimine è offerto in dono per favorire la metamorfosi dell’uomo.

Filippo Dini

Leggi tutto

Cast artistico

Regina Margarita, Conte di Richmond, Un cittadino:
Fiametta Bellone
Lady Anna Neville, Sir James Blunt, Un cittadino:
Eva Cambiale
Vecchia Duchessa di York, Conte di Oxford, Un cittadino:
Giulia Valli
Re Edward IV, Uno scrivano:
Nicola Pannelli
George, Duca di Clarence, Vescovo di Ely:
Aldo Ottobrino
Richard, Duca di Gloucester:
Andrea Di Casa
Regina Elisabeth, Sir Walter Herbert:
Emanuela Guaiana
Giovane Edward, Principe di Galles, Un sicario:
Carlo Orlando
Giovane Richard, Duca di York, Un sicario:
Francesco Ferrieri
Anthony Woodville, conte di Rivers, Sindaco di Londra:
Sergio Grossini
Henry Stafford, Duca di Buckingham:
Filippo Dini
Lord Thomas Stanley, Conte di Derby:
Giampiero Rappa
Lord Hastings, Sir James Tyrrel:
Franco Ravera
Sir William Catesby, Sir Robert Brakenbury:
Mauro Pescio
Massimo Cordovani:

Cast tecnico

Regia:
Filippo Dini
Aiuto regia:
Carlo Orlando
Traduzione e adattamento:
J. Rodolfo Wilcock
Maestro movimenti di scena:
Laura Benzi
Costumi:
Laura Benzi
Direzione tecnica:
Gerardo Espinoza
Disegno luci:
Giovancosimo De Vittorio
Capo elettricista:
Umile Vainieri
Fonico di sala:
Franco Patimo
Fonico di palco:
Roberto Samassa
Sartoria:
Marco Calandra
Amministrazione:
Teresa Rizzo
Organizzazione:
Alessandro Fioroni