Stagione 2008
dal 7 agosto ore 21.00 (lunedì riposo)

La commedia degli errori

di William Shakespeare

Regia di Fabio Grossi

Produzione:

Politeama s.r.l.
La commedia degli errori (The Comedy of Errors) è una delle prime commedie scritte da Shakespeare. Ispirata a I menecmi di Plauto, in quest'opera il meccanismo comico del doppio viene elevato a potenza: ai due omonimi fratelli si aggiungono i due servi, anch’essi identici e omonimi.
Nella storia delle rappresentazioni elisabettiane, le due coppie di gemelli sono state sempre interpretate da due attori dall'aspetto simile. In alcune rappresentazioni moderne, i fratelli e i servi sono stati inte...
La commedia degli errori (The Comedy of Errors) è una delle prime commedie scritte da Shakespeare. Ispirata a I menecmi di Plauto, in quest'opera il meccanismo comico del doppio viene elevato a potenza: ai due omonimi fratelli si aggiungono i due servi, anch’essi identici e omonimi.
Nella storia delle rappresentazioni elisabettiane, le due coppie di gemelli sono state sempre interpretate da due attori dall'aspetto simile. In alcune rappresentazioni moderne, i fratelli e i servi sono stati interpretati da un unico attore. Nella versione scenica di Fabio Grossi, uno stesso attore interpreterà il ruolo dei due gemelli. La compagnia è composta da giovani professionisti, ma si avvale di professionalità  affermate nel mondo del teatro come Santuzza Calì per i costumi e Germano Mazzocchetti per le musiche, il disegno luci sarà curato da Umile Vainieri.
Questa lettura del lavoro shakespeariano sottolinea il clima da commedia che lo caratterizza: pur rispettando il dramma raccontato inizialmente, il percorso si snoderà tra ambiguità ed equivoci propri della trama. Il gioco dell’uguale letto come il diverso, consente di evidenziare come la diffidenza nei confronti di ciò che si ritiene diverso può portare verso una confusione d’intenti che va oltre il ragionevole dubbio. In questo gioco di doppi, quello che all’inizio passerà come drammatica espressione di vita, alla fine si contrapporrà con il proprio doppio,  in una metafora che oscilla tra la vita e la morte.
La vicenda si svolge in una unica giornata, dall'alba al tramonto, passando da un tragico inizio, con Egeone condannato a morte, al più classico degli happy end, con la famiglia ritrovata e un nuovo matrimonio all’orizzonte.

Leggi tutto

Cast artistico

Solino, Duca di Efeso:
Andrea Gambadoro
Egeone, mercante di Siracusa:
Gianni Giuliano
Antifolo di Efeso, Antifolo di Siracusa, figli gemelli di Emilia ed Egemone:
Fabrizio Amicucci
Dromio di Efeso; Dromio di Siracusa, Servi gemelli dei due Antifoli:
Marco Simeoli
Balthazar, mercante:
Gianni Verdesca
Angelo, gioielliere:
Gerardo Fiorenzano
Dottor Pinch, maestro di scuola ed esorcista:
Gianni Verdesca
Primo mercante:
Niccolò Rizzini
Secondo mercante:
Roberto Saura
Una guardia:
Federico Mancini
Emilia, moglie di Egeone e priora dell'abbazia di Efeso:
Loredana Piedimonte
Adriana, moglie di Antifolo di Efeso:
Federica Bern
Luciana, sua sorella:
Valentina Gristina
Lucietta, sguattera in casa di Adriana:
Cristina Capodicasa
Etèra:
Rita Abela
Il boia:
Alessandro Gorgone
Una prostituta:
Rita Abela

Cast tecnico

Regia:
Fabio Grossi
Aiuto regia:
Mimmo Verdesca
Traduzione e adattamento:
Guido Fink, Fabio Grossi
Musiche:
Germano Mazzocchetti
Costumi:
Santuzza Calì
Disegno luci:
Umile Vainieri
Movimenti coreografici:
Monica Codena
commediadeglierrori-1.foto-di-giampaolo-demma__w960commediadeglierrori-2.foto-di-giampaolo-demma__w960commediadeglierrori-3.foto-di-giampaolo-demma__w960